Sci di fondo

Traversata della valle dell'Engadina | 2018

Programma giornaliero

Primo giorno: Arrivo individuale a Maloja, in Engadina
Viaggio individuale fino a Maloja. Avrete la possibilità di parcheggiare la vostra macchina gratuitamente all’esterno dell’albergo, per la durata della settimana. In base all’ora del vostro arrivo, avrete la possibilità di fare un piccolo giro per Maloja, in direzione di Isola o del lago Cavaloch. L’anello misura 5-6 Km e vi offre un primo assaggio della valle di Bergell, in direzione del confine con l’Italia, situato a soli 30 minuti!

Secondo giorno: Maloja - Val Fex (ca. 22 km)
La Val Fex è percorribile solo dalle carrozze trainate da cavalli o dagli sciatori di fondo (solo stile classico). Il traffico di veicoli è severamente regolamentato!  Solo i veicoli di tre alberghi e di alcune persone residenti sono autorizzati a circolare durante alcune ore del giorno, per trasportare clienti o  materiale necessario agli stabilimenti. Questo vi garantisce di trascorrere una delle giornate più tranquille, ammirando il panorama mozzafiato ai piedi del Piz Chapütschin. Partendo da Maloja, passerete per Isola, un piccolo paese in cui solo 6 famiglie risiedono per tutto l’anno, per arrivare a Sils. Da qui in poi gli sciatori di skating non potendo  proseguire per la pista della Val Fex (solo classico !), potranno in alternativa andare fino a Silvaplana e ritorno, facendo un giro di 12 o 15 Km.

Tutti gli sciatori di classico, invece, potranno proseguire verso la val Fex, dove ci sarà la possibilità di fare una pausa in uno dei caratteristici ristoranti con terrazza. Nel pomeriggio ritornerete a Maloja, dove gli appassionati d’arte potranno visitare l’atelier del celebre pittore Giovanni Segantini. Cena presso l’albergo.

Terzo giorno: Maloja – Pontresina : (ca. 21km)
La celebre maratona dell’Engadina si svolge ogni anno la seconda domenica di marzo già dal lontano 1969. È stata annullata una sola volta nel 1991 perché aveva nevicato troppo. Le statistiche parlano da sole e dimostrano quanto l’Engadina sia la zona ideale per lo sci da fondo. La partenza è a soli 500 metri dal vostro albergo e i 21 km che percorrerete oggi saranno uguali ai primi 21 km percorsi dai maratoneti. Sciando sul lago, circondati dalle montagne, vi sentirete "piccoli" di fronte alla loro maestosità. Il percorso passa attraverso Sils, Silvaplana e St-Moritz prima di arrivare a Pontresina. Lungo il percorso avrete a disposizione varie possibilità come per esempio  fare delle pause o accorciare la strada in base al vostro livello, prendendo il “Bus postale”. In questa terza giornata il percorso di skating è parallelo a quello di stile classico. Arrivati al vostro albergo a Pontresina, vi consigliamo di visitare il centro del paese, a 5 minuti a piedi oppure di fare una sauna (inclusa nel prezzo). Cena presso l’albergo.

Quarto giorno: Pontresina - Val Roseg (ca. 16 km)
Partenza dal centro di sci nordico di Pontresina, di fronte al vostro albergo. Oggi partirete, in stile classico, alla scoperta della Val Roseg e con un po’ di fortuna potrete “incontrare” dei camosci. Dopo 8 km di salita leggera raggiungerete un ristorante situato ai piedi di un ghiacciaio, dove potrete degustare il buffet di dessert che ha la reputazione di essere il migliore dell’Engadina. Possibilità di sciare fino alle pendici del ghiacciaio partendo dal ristorante e ritorno (5 km supplementari ma davvero sublimi).

Per gli sciatori di skating il punto di partenza è lo stesso (in direzione Val Roseg), ma voi seguirete un percorso “libero” molto sportivo e tecnico, chiamato Rennloipe (Pista Agonistica), che misura 7-8 chilometri che si sviluppano nella valle senza arrivare alla fine della stessa. Di ritorno a Pontresina, prenderete la direzione della Val Morteratsch (sciabile classico o skating). La Val Morteratsch sviluppa un percorso di circa 12 km  ed è anche una ulteriore possibilità per gli sciatori di classico che volessero allungare la tappa. A fine pomeriggio ritorno all’albergo a Pontresina con possibilità di visitare il centro per chi non lo avesse fatto il giorno prima e sauna. Serata e cena in albergo.

Quinti giorno: Pontresina - Zuoz (ca. 19 km)
Questa tappa corrisponde alla seconda metà del percorso della maratona dell’Engadina. La pista si sviluppa lungo il  percorso del  fiume “Inn”, che sfocia nel Danubio a Passau e successivamente, dopo aver attraversato Vienna e Budapest, nel Mar Nero. Gli ultimi 3 km per raggiungere l’albergo a Zuoz sono in leggera salita, per il resto la tappa si svolge su terreno pianeggiante. Il paese di Zuoz, con le sue tipiche case engadinesi, in parte risalenti al 1600, si trova ai piedi del Parco Nazionale dei Grigioni. Passeggiata in centro per ammirare l’architettura, cena in albergo.

Sesto giorno: Zuoz - Zernez (ca. 25 km)
La nostra ultima tappa, comunemente nota come la Valle Bianca o la Valle Selvaggia, è senza dubbio una delle più belle.  I 25 km che separano Zuoz da Zernez sono costeggiati da una parte da foreste, dall’altra dal fiume Inn e passano parallelamente ad una ferrovia patrimonio dell’Unesco. Alla fine del percorso, dopo tre spettacolari discese, giungerete a Zernez, una delle porte di accesso al Parco Nazionale del Forno. Il ritorno all’albergo a Zuoz è organizzato in treno che parte ogni mezz’ora da Zernez, permettendo ad ognuno di voi di sciare al suo ritmo. A Zernez, per chi fosse interessato, c’è il museo del Parco Nazionale, la cui visita dura circa 25 minuti. Le ultime due tappe sono uguali per tutti e due gli stili.

Settimo giorno: Partenza individuale
Colazione in albergo e partenza o prolungamento della vostra visita. Saremo lieti di aiutarvi con indicazioni per trovare la strada migliore da e verso Maloja.

deutsch français italiano english